Italiano http://www.proacquaaustralia.com.au/ http://www.vodaprolidi.cz

 

News case dell'acqua - ProAcqua Group

 

 

EROGATORI DI ACQUA POTABILE, SARANNO INSTALLATI ENTRO L'ESTATE IN DUE PUNTI

Procede l'iter per l'attivazione di erogatori per l'acqua potabile, gassata e non, nel territorio comunale. Alla fine dell'estate è stato individuato, tramite bando, il soggetto che lo gestirà, la Proacqua di Rovereto (TN), che attualmente sta attendendo i permessi per gli allacciamenti alle condutture dell'acqua e alle linee elettriche. “La previsione è di cominciare a fornire il servizio entro la prossima estate – spiega il sindaco Massimiliano Barison – in due punti sul territorio, individuati per frequentazione e comodità, perché prossimi ad un parcheggio”. Un erogatore sarà collocato presso l’area in via T. Livio nel quartiere San Tommaso, l'altro a Sant'Agostino in via Caravaggio, vicino alle scuole. Entrambi saranno posizionati accanto al distributore di latte fresco. L'acqua, refrigerata, naturale o frizzante, verrà erogata al prezzo simbolico di 5 centesimi al litro, permettendo così notevoli risparmi sull'acqua acquistata in confezione.

“Acquistare l'acqua in bottiglia ha un costo medio per famiglia valutato intorno ai 7-800 euro l'anno – commenta l'assessore Filippo Montin – una spesa che si può evitare, in questo momento di forte crisi. Per non contare, poi, il costo ambientale, dovuto alle bottiglie di plastica. Siamo favorevoli a promuovere tutte le iniziative come queste, che stimolano ad utilizzare per bere l'acqua dell'acquedotto. Bisogna sfatare il mito che l’acqua in bottiglia è più buona e sicura: l’acqua che sgorga dai nostri rubinetti e che sarà disponibile, refigerata e anche gassata negli erogatori, è costantemente controllata e pienamente rispondente ai parametri di legge”.

L'operazione è a costo zero per il comune, dal momento che l’installazione e la gestione sono a cura e spese del soggetto individuato dal bando di gara. Garantite le norme igieniche ed i parametri di potabilità previsti dalla legge, che il gestore è tenuto a comunicare al comune in una relazione periodica finalizzata al controllo di qualità dell’acqua erogata e contenente i risultati delle analisi microbiologiche garantite da laboratori certificati ed autorizzati. Dovrà essere allegato anche un report sulla manutenzione e sulla frequenza di cambio dei filtri.

Fonte: http://www.obizzi.it/nqcontent.cfm?a_id=15989

 





indice news    


Seguici su facebook Segui ProAcquaGroup su Twitter