Italiano http://www.proacquaaustralia.com.au/ http://www.vodaprolidi.cz

 

News sull'acqua - ProAcqua Group

 

 



ACQUA: ISTAT, 19,50 EURO SPESA MEDIA MENSILE PER ACQUISTO MINERALE

(AGI) - Roma, 21 mar. - La spesa media mensile delle famiglie per l'acquisto di acqua minerale si attesta, nel 2010, a 19,50 euro senza evidenziare significative differenze territoriali.
  Tale spesa risulta di poco inferiore a quella sostenuta per il servizio di acqua potabile nelle abitazioni. I dati sono forniti dall'Istat che, in occasione della Giornata mondiale dell'acqua, istituita dall'Onu e celebrata ogni 22 marzo, fornisce un quadro di sintesi sull'approvvigionamento di acqua a uso potabile e sui consumi di acqua delle famiglie.
  La diffidenza nel bere acqua di rubinetto si manifesta ancora elevata nel Paese: nel 2011 il 30,0% delle famiglie ha al suo interno uno o piu' componenti che dichiarano di non fidarsi a berla. Tale fenomeno raggiunge i livelli piu' elevati in Sicilia (60,1%), Sardegna (53,4%) e Calabria (47,7%).
  Nel 2010 il 61,8% delle famiglie italiane ha acquistato acqua minerale, percentuale che risulta in leggero calo rispetto agli anni precedenti. Il prelievo nazionale di acqua a uso potabile (dati 2008) ammonta a 9,11 miliardi di metri cubi di acqua, di cui l'85,6% proveniente da acque sotterranee, il 14,3% da acque superficiali e il restante 0,1% da acque marine o salmastre.
  I dati sui prelievi e la tipologia di fonte vengono diffusi per la prima volta per distretto idrografico, consentendo una lettura territoriale dello stato della risorsa idrica in Italia piu' pertinente, in quanto non riferita a delimitazioni amministrative, ma a limiti naturali (in base, cioe', a caratteristiche idrologiche e geomorfologiche).
  In Italia, nel 2008, le regioni dispongono di un totale di 9,04 miliardi di metri cubi di acqua a uso potabile da destinare alle reti comunali di distribuzione. Tali volumi sono il risultato della fruibilita' idrica propria del territorio, degli scambi interregionali e degli usi non civili. Il contributo extra regionale alla disponibilita' interna della risorsa idrica per uso civile e' generalmente diffuso, anche se non determinante, con le eccezioni di Puglia e Campania, che risultano particolarmente dipendenti dalle regioni limitrofe.
  Nel 2008, il volume pro capite di acqua, corrispondente a 72,9 m3/anno per abitante (pari a 199,7 litri per abitante al giorno) e' diminuito del 9,2% rispetto al 1999. La contrazione e' imputabile sia alla variazione nel sistema di contabilizzazione, oggi piu' legato ai consumi reali direttamente misurati dai contatori, sia a una leggera riduzione dei consumi e, come conseguenza, degli sprechi idrici degli utenti finali.


Fonte:http://www.agi.it/food/notizie/201203211147-eco-rt10086-acqua_istat_19_50_euro_spesa_media_mensile_per_acquisto_minerale


indice news    



Seguici su facebook Segui ProAcquaGroup su Twitter