Italiano http://www.proacquaaustralia.com.au/ http://www.vodaprolidi.cz

 

News sull'acqua - ProAcqua Group

 

 



MADESIMO, ECCO CHE COSA C' È NELL' ACQUA

MADESIMO (Sondrio) - Il dilemma era lasciare le case con i rubinetti asciutti oppure mettere in rete acqua non potabile ma utilizzabile dopo bollitura. La scelta, dicono alla Asl, è stata lasciata per competenza al sindaco che, per le zone fornite da quell' acqua prelevata da un laghetto, ha emesso un' ordinanza in cui si dice che prima di berla o usarla per cucinare (ma anche lavarsi i denti) è necessario farla bollire per venti minuti. Era il 22 febbraio, ieri il sindaco di Madesimo ha detto che si andrà avanti ancora per qualche giorno. Il fatto che agli abitanti non fosse stato comunicato perché è necessaria la bollitura, oltre un generico «a scopo precauzionale», ha destato una certa preoccupazione, anche perché il divieto in paese è a macchia di leopardo. Quest' anno la poca pioggia caduta in autunno e in inverno e la neve scarsa hanno lasciato in parte a secco le fonti di approvvigionamento della zona e quindi, come già accaduto in passato, l' unica soluzione era quella di pescare l' acqua da un laghetto. L' Asl, però, analizzando un campione prelevato il 20 febbraio dalla fontana pubblica di via De Giacomi, ha riscontrato la presenza di Escherichia coli (3 ufc/100ml) e enterococchi (1ufc/100ml) che nell' acqua potabile non dovrebbero proprio esserci. Il Dipartimento di prevenzione ha avvisato subito il sindaco, Franco Masanti, che ha dovuto prendere una decisione. Ma nessuno ha spiegato alla gente che cosa era stato trovato nell' acqua: l' Escherichia coli, un batterio che segnala una contaminazione fecale e che può portare infezioni, e gli enterococchi, altri batteri pericolosi. «All' Asl, comunque - dice il sindaco - dicono che se bollita l' acqua va bene». In effetti, secondo l' Oms, già dopo un minuto di bollitura ogni inquinante batterico viene neutralizzato. L. Cor. RIPRODUZIONE RISERVATA **** Le analisiDopo le analisi dell' Asl (sopra), il sindaco ha emesso un' ordinanza che vieta l' uso dell' acqua distribuita in alcune zone senza preventiva bollitura

Fonte: (3 marzo 2012) - Corriere della Sera


indice news    



Seguici su facebook Segui ProAcquaGroup su Twitter